Comune di Atri

Concorsi in Italia

Comune di Atri - Città d\'arte
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
martedì 22 maggio 2018
Concorsi in Italia
Home Page » Informazioni per i Giovani » Concorsi » Concorsi in Italia

Scuola di Restauro Beni Culturali: Concorso per 25 Allievi (scadenza 22 giugno 2018)Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha pubblicato, infatti, sulla GU 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.36 del 8-5-2018, il bando per l’ammissione di 25 Allievi al 69° corso quinquennale della Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro di Roma.

Il concorso per accedere alla Scuola di Restauro, per l’anno accademico 2018 / 2019, prevede l’espletamento di prove scritte ed orali, per accedere al percorso formativo quadriennale al termine del quale è possibile conseguire un diploma abilitante alla professione di “Restauratore di beni culturali”, equiparato alla laurea magistrale a ciclo unico in Conservazione e restauro dei beni culturali (LMR/02).
POSTI A CONCORSO

Il bando ISCR mette a concorso 25 posti per Allievi per il corso di diploma abilitante alla professione di “Restauratore di beni culturali”, suddivisi tra le sedi dell’Istituto presenti nel Lazio e in Basilicata, così articolati:
– n. 15 posti – sede di Roma;
– n. 10 posti – sede di Matera.

I percorsi formativi professionalizzanti sono i seguenti:
– manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile, manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee, manufatti e materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti;
– materiali lapidei e derivati, superfici decorate dell’architettura;
– materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici; materiali e manufatti in metallo e leghe.


REQUISITI
Per partecipare al concorso Beni Culturali 2018 per l’ammissione alla Scuola di Restauro di Roma occorre il possesso dei seguenti requisiti generali:
– diploma quinquennale di istruzione secondaria superiore;
– cittadinanza italiana o straniera;
– idoneità fisica;
– assenza di condanne passate in giudicato a pena detentiva superiore a 3 anni.

Per ulteriori dettagli si rimanda a quanto specificatamente indicato nell’avviso di selezione.


PROVE D’ESAME
Le procedure concorsuali prevedono l’espletamento delle seguenti prove:
– prova grafica;
– test attitudinale a carattere pratico percettivo;
– colloquio.

Per i cittadini stranieri è prevista anche una prova di conversazione in lingua italiana. Tutti i candidati dovranno, inoltre, dimostrare il possesso di una conoscenza almeno di base della lingua inglese.
DOMANDA

Le domande di partecipazione, redatte su carta libera secondo l’apposito MODELLO (Pdf 180 Kb), devono essere presentate, secondo le modalità indicate nel bando, alla Segreteria SAF dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro – Via di San Michele, 23 – 00153 Roma, entro la nuova scadenza aggiornata al 22 giugno 2018.
BANDO

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente il BANDO (Pdf 657 Kb) relativo al concorso Scuola di Restauro Beni Culturali e consultare il sito web www.iscr.beniculturali.it.

 

 

Unimc / Università degli Studi di Macerata: Concorso per l'ammissione ai corsi di Dottorato di ricerca.Ammissione al ciclo XXXIV (01/11/2018 - 31/10/2021)
Concorso per l'ammissione ai corsi di Dottorato di ricerca del ciclo 34° (aa.aa. 2018/2021)

BANDO DI AMMISSIONE [ITA]
/ Scadenza 1^ sessione: 5 Giugno 2018 - ore 14:00:00 (GMT +2)
/ Scadenza 2^ sessione: 4 Settembre 2018 - ore 14:00:00 (GMT +2)

NB: S'informa che la seconda sessione del bando, relativa alle borse di studio a tematica vincolata, sarà disponibile dal mese di Luglio 2018. L'avviso di apertura della procedura sarà comunicata sulla presente pagina. La scadenza per l'invio delle candidature è prevista per il giorno 4 Settembre 2018 /

Per il BANDO e per l'invio della candidatura consultare il seguente link: http://ricerca.unimc.it/it/dottorato/ammissione/concorso/XXXIV


 

 

 

ENAC: concorso 20 Ingegneri, assunzioni tempo indeterminato (scadenza 28 maggio 2018)L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) ha indetto un concorso pubblico per la selezione di 20 Ingegneri professionisti.
Saranno realizzate assunzioni a tempo indeterminato presso le sedi di Malpensa, Torino, Venezia, Roma e Napoli.

CONCORSO INGEGNERI ENAC
L’ENAC ha pubblicato un bando di concorso per la selezione di 20 risorse da assumere come Ingegnere professionista, nei ruoli del personale dell’Ente, da assegnare alle seguenti sedi / aeroporti:

Sede di Malpensa – Direzione Operazioni Nord Ovest
– n.3 Ingegneri aerospaziali;
– n.2 Ingegneri civili;
– n.1 Ingegnere elettronico.
Sede di Torino – Direzione Operazioni Nord Ovest
– n.1 Ingegnere aerospaziale;
– n.1 Ingegnere civile.
Sede di Venezia – Direzione Operazioni Nord Est
– n.2 Ingegneri aerospaziali;
– n.1 Ingegnere civile;
– n.1 Ingegnere elettronico.
Sede di Roma – Direzione Operazioni Centro
– n.2 Ingegneri aerospaziali;
– n.1 Ingegnere civile.
Sede di Napoli – Direzione Operazioni Sud
– n.2 Ingegneri aeronautici;
– n.1 Ingegnere civile.
Sede di Roma – Direzione Generale
– n.2 Ingegneri elettrici.

Sono previste assunzioni a tempo indeterminato e pieno, nella categoria professionisti – livello PI1, di cui al CCNL del personale dirigente – sezione professionisti di prima qualifica.


REQUISITI
I candidati al concorso per Ingegnere ENAC possono partecipare alla selezione solo se in possesso dei requisiti di seguito riassunti:
– diploma di laurea quinquennale vecchio ordinamento o laurea specialistica o laurea magistrale in Ingegneria aerospaziale, Ingegneria civile, Ingegneria elettrica, Ingegneria elettronica, con votazione non inferiore a 105/110 o equivalente;
– cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione Europea;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o non essere stati dichiarati decaduti o licenziati per aver conseguito l’impiego pubblico
mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile, né essere stati interdetti dai pubblici uffici;
– non aver riportato condanne penali o applicazioni di pena e non avere in corso procedimenti penali né procedimenti amministrativi per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione, né che risultino a proprio carico precedenti penali;
– posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari;
– godimento dei diritti politici e civili;
– idoneità fisica all’impiego. Per gli ingegneri aerospaziali ed elettronici, cui compete l’obbligo del volo per lo svolgimento dell’attività istituzionale, è necessario presentare il certificato di idoneità medica di 2^ classe rilasciato da un Centro Aeromedico dell’Aeronautica Militare o da un Esaminatore Aeromedico di uno dei SASN del Ministero dello Salute o da un Esaminatore Aeromedico certificato dall’Autorità dell’Aviazione Civile di uno dei Paesi appartenenti all’EASA;
– iscrizione all’albo professionale degli ingegneri.


SELEZIONE
I partecipanti alla selezione pubblica di ENAC affronteranno le seguenti prove d’esame:

Prova preselettiva: cento test, a risposta multipla, sulle materie a contenuto tecnico ingegneristico, inerenti la progettazione / costrizione e le operazioni / gestione delle diverse tipologie di specializzazione ingegneristica e di natura logico – attitudinali.
Prima prova scritta: tre quesiti, a risposta aperta, di carattere teorico, sul quadro regolamentare aeronautico con riferimento agli aspetti tecnici e sulle materie specifiche, rispettivamente alla specializzazione ingegneristica.
Seconda prova scritta: impostazione, sviluppo e risoluzione di uno o più argomenti sulle funzioni istituzionali dell’ENAC, con riferimento alle attività tecniche, alla normativa nazionale, comunitaria e internazionale del vigente quadro regolamentare aeronautico.
Prova orale: colloquio sulle materie delle prove scritte e sulle ulteriori materie elencate sul bando. Saranno esaminate inoltre le conoscenze relative all’uso di apparecchiature e applicazioni informatiche e la conoscenza della lingua inglese di livello non inferiore al B1.

DOMANDA
Per partecipare al concorso per assunzione di Ingegneri ENAC, gli interessati devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente in via telematica, mediante l’apposita piattaforma, entro il 28 maggio 2018.

Le eventuali comunicazioni o variazioni dovranno essere segnalate attraverso l’indirizzo PEC: protocollo@pec.enac.gov.it o a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo: ENAC – Direzione del personale – Viale Castro Pretorio n.118 – 00185 Roma.
Alla domanda di ammissione al concorso pubblico è necessario allegare la copia sottoscritta di un documento di identità valido.

Ogni altro dettaglio sulla compilazione e invio della domanda di partecipazione alla selezione pubblica, è riportato sul bando che rendiamo disponibile di seguito.
BANDO
I candidati al concorso ENAC per ingegneri sono tenuti a leggere attentamente il BANDO (pdf 372kb) di selezione, pubblicato per estratto sulla GU IV Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.34 del 27-04-2018.
Tutte le successive comunicazioni sulle procedure concorsuali e sulla graduatoria finale saranno pubblicate sul sito di ENAC.

 

 

 

INPS: concorso per 967 Consulenti Protezione Sociale (scadenza 28 maggio 2018)L’INPS ha aperto un bando per 967 assunzioni nel profilo professionale di Consulente Protezione Sociale. Un’apposita Commissione provvederà, sulla base della valutazione dei titoli posseduti dai candidati e di una serie di prove scritte e orali, a redigere una graduatoria di merito, in base alla quale saranno decretati i vincitori, che resterà valida per un periodo di 3 anni.

L’avviso relativo al concorso Istituto Nazionale Previdenza Sociale è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4^ Serie Speciale – Concorsi ed Esami n. 34 del 27 aprile 2018. Le assunzioni INPS saranno effettuate su tutto il territorio nazionale.
REQUISITI

Possono partecipare al bando Istituto Nazionale Previdenza Sociale i candidati in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

– laurea magistrale / specialistica o del vecchio ordinamento in una di queste discipline: Finanza, Ingegneria Gestionale, Relazioni Internazionali, Scienze dell’Economia, Scienze della Politica, Scienze delle Pubbliche Amministrazioni, Scienze Economiche per l’Ambiente e la Cultura, Scienze Economico Aziendali, Scienze per la Cooperazione allo Sviluppo, Scienze Statistiche, Metodi per l’Analisi Valutativa dei Sistemi Complessi, Statistica Demografica e Sociale, Statistica Economica Finanziaria ed Attuariale, Statistica per la Ricerca Sperimentale, Scienze Statistiche Attuariali e Finanziarie, Servizio Sociale e Politiche Sociali, Programmazione e Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali, Sociologia e Ricerca Sociale, Sociologia, Metodi per la Ricerca Empirica nelle Scienze Sociali, Studi Europei, Giurisprudenza o Teoria e Tecniche della Normazione e dell’Informazione Giuridica.

Per prendere parte al concorso per i posti di lavoro INPS occorre, inoltre, possedere i requisiti generali riassunti di seguito:

– cittadinanza italiana o di un Paese membro dell’UE, oppure appartenere a una delle tipologie previste dall’art. 38 del decreto legislativo 165 / 2001;
– non essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, o dichiarati decaduti da un impiego pubblico, e non essere stati interdetti dai pubblici uffici;
– posizione regolare rispetto agli obblighi di leva;
– godimento dei diritti civili e politici;
– idoneità fisica.
CONDIZIONI DI LAVORO
I candidati selezionati saranno assunti mediante contratto a tempo pieno e indeterminato, con inquadramento nell’area C, posizione economica C1, nei ruoli del personale dell’INPS. L’inserimento definitivo è subordinato al superamento di un periodo di prova della durata di 4 mesi.


PROVE D’ESAME
La selezione comprende i seguenti esami:

eventuale preselezione, da determinare in base al numero dei candidati, mediante la somministrazione di test a risposta multipla, con quesiti psicoattitudinali e di logica, lingua inglese, informatica e cultura generale;
prima prova scritta, consistente in una serie di quesiti a risposta multipla volti ad accertare le conoscenze dei candidati relative ai seguenti argomenti:
– bilancio e contabilità pubblica;
– pianificazione, programmazione e controllo, organizzazione e gestione aziendale;
– diritto amministrativo e costituzionale;
– diritto del lavoro e legislazione sociale;
seconda prova scritta, consistente in una serie di domande a risposta predeterminata, relative alle seguenti materie:
– scienza delle finanze;
– economia del lavoro;
– principi di economia;
– diritto civile;
– elementi di diritto penale;
colloquio, che riguarderà le tematiche degli esami scritti e l’accertamento della conoscenza della lingua inglese e delle competenze informatiche.

DOMANDA
Le domande di partecipazione devono essere presentate, entro le ore 16.00 del 28 maggio 2018, attraverso l’apposito form online. Una volta inviata e protocollata, la stessa deve essere stampata, firmata e conservata, per essere poi presentata il giorno dello svolgimento della prima prova scritta o dell’eventuale preselezione. La mancata presentazione della copia cartacea delle domande comporterà l’esclusione dal concorso.

Per accedere al modulo telematico occorre disporre del codice PIN INPS, del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) oppure della Carta Nazionale dei Servizi (CNS).


BANDO
Per ulteriori informazioni vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente il BANDO (Pdf 77Kb) relativo al concorso INPS 2018 per Consulenti Protezione Sociale.

Le future comunicazioni relative alla selezione pubblica (diari prove d’esame, graduatorie, eventuali rettifiche) saranno pubblicate sulla pagina web INPS “Concorsi”.

 

 

Casa di Riposo Guizzo Marseille: concorsi per Infermieri e Fisioterapisti (scadenza 10 maggio 2018)
La Casa di Riposo Guizzo Marseille di Volpago del Montello, in provincia di Treviso, ha indetto due concorsi per infermieri e fisioterapisti.

CONCORSI CASA DI RIPOSO GUIZZO MARSEILLE
Sono stati pubblicati due bandi di concorso per l’assunzione delle seguenti figure professionali:
– n. 6 Istruttori Infermieri – Cat. C, posizione economica 01;
– n. 2 Istruttori Fisioterapisti – Cat. C, posizione economica 01.

Le risorse saranno assunte con un contratto di lavoro a tempo indeterminato full time presso l’area Servizi sanitari e riabilitativi.


REQUISITI
Sono ammessi ai concorsi per fisioterapisti e infermieri i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’UE;
– età non inferiore a 18 anni;
– idoneità psicofisica incondizionata;
– regolarità nei confronti dell’obbligo di leva;
– non aver riportato condanne penali o non essere stati interdetti o sottoposti a misure che escludono dalla nomina agli impieghi presso enti pubblici;
– non essere esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubblica amministrazione;
– certificazione medica rilasciata da una struttura abilitata comprovante lo stato di disabilità in caso di candidato portatore di handicap;
– eventuale dichiarazione di appartenenza alla categoria delle Forza Armate.
Inoltre, è necessario che i partecipanti siano in possesso dei seguenti requisiti specifici:

INFERMIERI
– diploma universitario di infermiere o diploma di infermiere conseguito in base al precedente ordinamento;
– iscrizione all’albo professionale;
– attestato di idoneità tecnica per l’espletamento dell’incarico di Addetto Antincendio per strutture ad alto rischio;
– attestato di Primo Soccorso per l’uso del defibrillatore.

FISIOTERAPISTI
– diploma universitario di fisioterapista o diploma di fisioterapista conseguito in base al precedente ordinamento;
– attestato di idoneità tecnica per l’espletamento dell’incarico di Addetto Antincendio per strutture ad alto rischio.


SELEZIONE
I vincitori saranno selezionati da apposita Commissione, nominata dal Direttore dell’Ente e composta da due membri e dal segretario verbalizzante.

La selezione dei candidati si verificherà sulla base di una prova scritta, una pratica e una orale.

Maggiori informazioni sulle prove d’esame sono specificate nei singoli bandi, pubblicati per estratto sulla GU IV Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.29 del 10-04-2018.
DOMANDA
I candidati interessati ai concorsi sono tenuti a presentare la domanda di partecipazione allegata al bando, entro il 10 maggio 2018, secondo una delle seguenti modalità:
– a mano presso la Segreteria dell’Ente;
– a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento;
– via mail da un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo: info@pec.guizzo-marseille.org.
La domanda dovrà essere indirizzata al Segretario-Direttore della Casa di Riposo Guizzo Marseille – Via Santa Croce n.2 – 31040 – Volpago del Montello (TV).

Alla richiesta di partecipazione ai concorsi dovranno essere allegati i seguenti documenti:
– fotocopia del documento in corso di validità;
– titolo di studio richiesto e iscrizione all’albo, anche in fotocopia dichiarata conforme all’originale attraverso dichiarazione sostitutiva di certificazione (Allegati B e C);
– curriculum professionale compilato secondo l’Allegato D, opportunamente datato e firmato;
– ricevuta del pagamento della tassa di iscrizione al concorso pari a 3,87 euro.


BANDO
I partecipanti alla selezione per infermieri e fisioterapisti presso la Casa di Riposo Guizzo Marseille sono tenuti a leggere attentamente i bandi relativi alla posizione d’interesse:
– infermieri: BANDO (Pdf 3 Kb);
– fisioterapisti: BANDO (Pdf 2 Kb).

Ogni successiva comunicazione sui diari delle prove e sulle graduatorie sarà resa pubblica sul sito web del Comune www.guizzo-marseille.org, sezione ‘Concorsi e reclutamento personale’.

 

 

Agenzia delle Entrate: concorso per 650 posti (scadenza 17 maggio)In Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati quattro bandi di concorso dell’Agenzia delle Entrate per un totale di 650 posti.
Selezione pubblica per l’assunzione, a tempo indeterminato, di complessive cinquecentodieci unita’ per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario, per attivita’ amministrativo-tributaria.
Bando

Selezione pubblica per l’assunzione, a tempo indeterminato, di complessive centodiciotto unita’ per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario tecnico.
Bando

Selezione pubblica per l’assunzione, a tempo indeterminato, di due unita’ per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario tecnico, da destinare agli uffici dell’Agenzia delle entrate della Regione Valle d’Aosta.
Bando

Selezione pubblica per l’assunzione, a tempo indeterminato, di venti unita’ per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario, per attivita’ di esperto nelle analisi statistico-economiche.
Bando

Per tutti la scadenza è il 17 maggio.

 

 

Ministero Economia: concorsi 400 Collaboratori AmministrativiIl Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) ha indetto tre concorsi pubblici per 400 posti di lavoro a tempo indeterminato nel profilo di Collaboratore amministrativo, con inquadramento retributivo F1.

Le selezioni sono rivolte a candidati laureati.
La domanda di partecipazione ai concorsi deve essere presentata entro il 7 maggio oppure il 10 maggio 2018, in base al bando.
CONCORSI PER AMMINISTRATIVI MINISTERO ECONOMIA
Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato sei avvisi pubblici per la selezione di 400 unità da assumere, a tempo indeterminato, nei seguenti profili professionali:

n. 90 unità come Collaboratore amministrativo con orientamento economico aziendale e contabile;
n. 80 unità come Collaboratore amministrativo con orientamento statistico ed economico quantitativo;
n. 60 unità come Collaboratore amministrativo con orientamento economico – finanziario;
n. 50 unità come Collaboratore amministrativo con orientamento giuridico – finanziario;
n. 40 unità come Collaboratore amministrativo con orientamento giuridico – tributario;
n. 80 unità come Collaboratore amministrativo con orientamento giuridico nell’ambito dei servizi amministrativi trasversali.

I profili a concorso sono da inquadrare nella terza area funzionale – fascia retributiva F1, e da destinare agli uffici centrali e/o territoriali del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Si precisa che per ogni concorso pubblico, il 20% dei posti disponibili, sono riservati al personale appartenente al ruolo unico del Ministero.
REQUISITI
Ai candidati ai concorsi del Ministero dell’Economia si richiedono i seguenti requisiti generici:
– cittadinanza di uno degli Stati membri dell’UE;
– godimento dei diritti civili e politici;
– idoneità fisica all’impiego;
– non essere stati interdetti dai pubblici uffici;
– non essere esclusi dall’elettorato politico attivo, né essere stati destituiti o dispensati presso pubblica amministrazione, né licenziati da altro impiego statale;
– non avere precedenti penali incompatibili con l’esercizio delle funzioni da svolgere nell’ambito dei compiti istituzionali del Ministero dell’economia e delle finanze.

Si richiede inoltre, come requisito specifico, il possesso di Laurea triennale o magistrale / specialistica / vecchio ordinamento che varia in base alla selezione (giurisprudenza, economia, scienze politiche, economia aziendale, studi europei, ingegneria, ecc.). Per conoscere nello specifico i titoli di studio richiesto per ogni profilo vi invitiamo a consultare il testo integrale dei singoli bandi che rendiamo disponibile a fine pagina.
SELEZIONE
I partecipanti al concorso per amministrativi del Ministero dell’Economia saranno valutati sulla base delle seguenti prove d’esame:

Prova preselettiva: qualora il numero delle domande risulti pari o superiore a sei volte il numero dei posti messi a concorso, l’amministrazione effettuerà una prova di preselezione, consistente in un test a riposta multipla su quesiti di logica e comprensione del testo, lingua inglese e materie oggetto dei concorsi.
Prima prova scritta: redazione di uno o più elaboratori per la verifica dell’attitudine all’analisi del candidato e alla riflessione critica con riferimento alle materie oggetto dei concorsi.
Seconda prova scritta: elaborato a contenuto teorico-pratico per la verifica dell’attitudine all’analisi del candidato e alla sfera di attività del profilo per il quale è ammesso alla selezione.
Prova orale: colloquio sulle materie oggetto dei concorsi.

DOMANDE
Per partecipare ai concorsi del Ministero dell’Economia per collaboratori amministrativi, i candidati devono produrre la domanda di ammissione esclusivamente in via telematica, attraverso il sistema SPID di identificazione, entro il 7 maggio oppure entro il 10 maggio 2018. Le date di scadenza sono precisate nei singoli bandi.

I partecipanti al concorso pubblico dovranno conservare la stampa della domanda di partecipazione, per esibirla nel giorno della prova preselettiva.

Ogni altro dettaglio in merito alla domanda di ammissione ai concorsi pubblici è riportato nei bandi, pubblicati sulla GU IV Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.25 del 27-03-2018 e n.28 del 6-04-2018.
BANDI
I candidati ai concorsi per addetti amministrazione sono invitati a leggere attentamente i bandi di selezione:
– concorso per collaboratore amministrativo con orientamento economico aziendale e contabile: BANDO (pdf 288kb) e RETTIFICA (Pdf 40 Kb) scadenza 10 maggio;
– concorso per collaboratore amministrativo con orientamento statistico ed economico quantitativo: BANDO (pdf 288kb) e RETTIFICA (Pdf 40 Kb) scadenza 10 maggio;
– concorso per collaboratore amministrativo con orientamento economico – finanziario: BANDO (pdf 287kb) e RETTIFICA (Pdf 41 Kb) scadenza 10 maggio;
– concorso per collaboratore amministrativo con orientamento giuridico – finanziario: BANDO (Pdf 790Kb) scadenza 7 Maggio;
– concorso per collaboratore amministrativo con orientamento giuridico – tributario: BANDO (Pdf 790Kb) scadenza 7 Maggio;
– concorso per collaboratore amministrativo con orientamento giuridico nell’ambito dei servizi amministrativi trasversali: BANDO (Pdf 791Kb) scadenza 7 Maggio.

Tutte le successive comunicazioni sull’espletamento delle procedure concorsuali, prove d’esame, diari e sulle graduatorie finali, saranno pubblicate sul sito istituzionale del Ministero dell’Economia e delle Finanze dedicato ai concorsi www.concorsionline.mef.gov.it.
 

 

 

MIUR: concorsi per 258 Funzionari e Dirigenti Amministrativi (SCADENZA 11 MAGGIO 2018)
Sono stati pubblicati 2 bandi per la copertura di ben 258 posti di lavoro per Funzionari e Dirigenti Amministrativi. La Legge di Bilancio 2018, infatti, ha autorizzato il MIUR a reclutare personale per svolgere attività amministrative e burocratiche.

La data di scadenza dei nuovi concorsi MIUR, inizialmente fissata per il 27 aprile, è stata prorogata al giorno 11 maggio 2018.

La Legge 27 dicembre 2017, n. 205, relativa al ‘Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 018 – 2020’ è entrata in vigore il 1° gennaio 2018 e ha portato con sé diverse novità, tra cui nuove opportunità di lavoro. Tra queste rientrano anche nuove assunzioni nella Scuola e presso il MIUR, da effettuare a partire da quest’anno.

In base a quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2018, il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca ha indetto un concorso per l’accesso al ruolo di Funzionario Amministrativo – Giuridico – Contabile e un bando per accedere a quello di Dirigente Amministrativo. I nuovi concorsi pubblici MIUR sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4ª Serie Speciale Concorsi ed Esami n. 25 del 27 marzo 2018.

I nuovi bandi MIUR hanno lo scopo di reclutare ben 258 unità di personale, per le cui assunzioni sarà utilizzato il piano straordinario di reclutamento predisposto dal MIUR. sono stati stanziati . Questo è quanto indicato nei commi da 607 a 613 dell’Articolo 1 del provvedimento legislativo, che prevedono lo stanziamento di circa 846.171 Euro per il 2018 e di oltre 10.154.000 Euro l’anno a partire dal 2019 per assumere queste nuove figure.
POSTI A CONCORSO
I nuovi bandi per lavorare nella Scuola sono finalizzati, nello specifico, alla copertura di 253 posti di lavoro nel profilo professionale di Funzionario, area III, posizione economica F1, e 5 posti in quello di Dirigente di seconda fascia. Le assunzioni MIUR saranno effettuate mediante contratti a tempo indeterminato, con orario lavorativo full time, presso gli uffici dell’Amministrazione centrale e periferica del Ministero.

Per quanto riguarda il bando per Funzionari Amministrativi – Giuridici – Contabili, i 253 inserimenti saranno così articolati, in base alle sedi di riferimento:

n. 50 – Amministrazione Centrale (Roma);
n. 7 – Abruzzo;
n. 4 – Basilicata;
n. 8 – Calabria;
n. 19 – Campania;
n. 10 – Emilia Romagna;
n. 5 – Friuli Venezia Giulia;
n. 9 – Liguria;
n. 12 – Lazio,
n. 30 – Lombardia;
n. 7 – Marche;
n. 4 – Molise;
n. 16 – Piemonte;
n. 15 – Puglia;
n. 9 – Sardegna;
n. 17 – Sicilia;
n. 12 – Toscana;
n. 5 – Umbria;
n. 14 – Veneto.

ATTIVITA’
I concorsi del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca hanno lo scopo di selezionare candidati dotati di competenze professionali di natura amministrativa, giuridica e contabile. I vincitori saranno impiegati, infatti, per potenziare le funzioni istituzionali di supporto alle istituzioni scolastiche autonome dell’Amministrazione centrale e periferica del MIUR. Ciò allo scopo di ridurre gli adempimenti burocratici a carico scuole e per svolgere attività che richiedono competenze tecniche specialistiche che non si trovano facilmente all’interno delle istituzioni scolastiche, ad esempio per gestire il contenzioso.
REQUISITI
Possono partecipare ai bandi 2018 MIUR i candidati in possesso dei seguenti requisiti generali:

– cittadinanza italiana, dell’UE o di Paesi Terzi, in questo caso solo se ricorrono le condizioni di cui all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dall’art. 7 della legge 6 agosto 2013, n. 97;
– godimento dei diritti civili e politici;
– Laurea triennale (L), Diploma di Laurea (DL), oppure Laurea Specialistica (LS), oppure Laurea Magistrale (LM);
– idoneità allo svolgimento delle mansioni previste;
– posizione regolare rispetto agli obblighi di leva;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile, ovvero licenziati;
– assenza di condanne penali con sentenza passata in giudicato per reati ostativi all’assunzione presso una pubblica amministrazione.

Per la posizione di Dirigente Amministrativo, i candidati devono, inoltre, trovarsi in una delle seguenti condizioni:
– dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni, con almeno 5 anni di servizio o, se in possesso di dottorato di ricerca o diploma di specializzazione, con almeno 3 anni di servizio, in posizioni funzionali per accedere alle quali è necessario aver conseguito un dottorato di ricerca o il diploma di laurea. La durata del servizio è ridotta a 4 anni per i dipendenti delle amministrazioni statati assunti a seguito di corsi – concorsi riservati a laureati;
– Dirigenti presso enti e strutture pubbliche che non rientrano nel campo di applicazione dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, laureati e con almeno 2 anni di servizio nella posizione dirigeziale;
– aver ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati in amministrazioni pubbliche per almeno 5 anni;
– aver maturato almeno 4 anni di servizio continuativo, presso enti od organismi internazionali, in posizioni funzionali apicali che richiedono il diploma di laurea per l’accesso.

Per ulteriori dettagli sulle caratteristiche richieste ai candidati si rimanda a quanto specificatamente indicato in ciascun avviso pubblico di selezione.
DOMANDE
Le domande di partecipazione devono essere presentate attraverso l’apposita applicazione online, raggiungibile da questa pagina, entro il 11 maggio 2018.

Le domande di partecipazione possono essere compilate esclusivamente utilizzando procedure di identificazione telematica. Dunque, chi desidera partecipare ai bandi MIUR deve dotarsi delle credenziali di accesso al sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o, in alternativa, della firma digitale, se già non le possiede.

Per accedere al modulo telematico per compilare e inviare la domanda, occorre selezionare la voce ‘Le tue domande’ in corrispondenza del concorso MIUR di interesse, oppure cliccare su ‘Bando’ per visualizzare l’area riservata alla selezione pubblica, e ‘Gestisci le domande’, e registrarsi o inserire le proprie credenziali SPID. All’interno della sezione web riservata a ciascun bando, è disponibile anche una guida per compilare le istanze. Una volta compilato, il form online va sottoscritto, mediante firma digitale o credenziali SPID. La mancanza della sottoscrizione determina l’irricevibilità della domanda.
BANDI
Invitiamo gli interessati alle future assunzioni nel MIUR e ai concorsi per Funzionari e Dirigenti Amministrativi a leggere attentamente i bandi, che rendiamo scaricabili di seguito:

BANDO MIUR 253 FUNZIONARI (Pdf 142Kb) e RETTIFICA (Pdf 111 Kb);
BANDO MIUR 5 DIRIGENTI (Pdf 139Kb).

 

 

INPS Pratica Forense: Concorsi per Praticanti Avvocati (SCADENZA 10 MAGGIO 2018)Aperto un nuovo bando INPS per laureati in Giurisprudenza che devono svolgere la pratica forense, da inserire presso l’Ufficio Legale di Trento.

L’Istituto Nazionale Previdenziale Sociale indice, periodicamente, concorsi pubblici per Praticanti Avvocati. I vincitori possono svolgere il periodo di praticantato presso le Avvocature Territoriali dell’INPS presenti in tutta Italia.
La pratica forense è finalizzata al conseguimento del titolo per l’ammissione all’esame di abilitazione alla professione di Avvocato. Ai praticanti viene erogato un rimborso mensile di 450 Euro.

Per partecipare al concorso INPS per svolgere la pratica forense in Trentino Alto Adige fino al 10 maggio.


CONCORSI PRATICANTI INPS PRATICA FORENSE 2018
Ogni anno vengono banditi dei concorsi INPS per svolgere il periodo di praticantato presso gli Uffici Legali dell’ente presenti in diverse Regioni d’Italia. In questo periodo l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha bandito un nuovo concorso per l’ammissione alla pratica forense INPS in Trentino Alto Adige. I posti messi a bando sono 2 e i candidati selezionati saranno inseriti presso l’Ufficio Legale INPS di Trento.


REQUISITI
Possono partecipare al concorso INPS pratica forense i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana o di Uffici Legali, oppure di un Paese non UE purché in possesso dei requisiti previsti dall’art. 17, comma 2, della L. 247 / 2012;
– essere in possesso dei requisiti richiesti per l’iscrizione nel registro dei praticanti Avvocati tenuto dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati presso il Tribunale nel territorio del cui circondario si trova l’Ufficio legale dell’I.N.P.S. indicato nella domanda di pratica;
– se già iscritto nel registro dei praticanti presso il Consiglio dell’Ordine, non avere una anzianità di iscrizione superiore a 3 mesi;
– possesso del titolo di studio di laurea in Giurisprudenza. Se il titolo di studio è stato conseguito all’estero l’interessato deve indicare anche gli estremi del provvedimento con il quale il titolo stesso è stato riconosciuto equipollente al corrispondente titolo italiano. In tutti i casi, il titolo di studio indicato deve essere valido per l’iscrizione nell’albo degli Avvocati;
– essere iscritto presso le liste elettorali del proprio Comune;
– assenza di condanne penali e procedimenti penali in corso;
– non avere giudizi in corso contro l’Istituto, né in proprio né in qualità di difensore di terzi;
– non trovarsi in situazioni di potenziale e / o reale conflitto di interessi con l’INPS;
– non svolgere o aver svolto incarichi in enti di diritto privato regolati o finanziati dalla P.A.;
– possedere le necessarie conoscenze per l’utilizzo del personal computer, dei programmi di scrittura e degli applicativi per le comunicazioni di posta elettronica, e per effettuare tramite internet ricerche normative e giurisprudenziali.


ATTIVITA’ DEI PRATICANTI AVVOCATI
La pratica presso l’Avvocatura INPS centrale o territoriale prevede formazione di tipo tecnico – pratico con affiancamento ad un Avvocato Inps. Stesura di atti e pareri con relative ricerche di dottrina e giurisprudenza. Partecipazione alle udienze giudiziali in affiancamento agli Avvocati dell’Istituto. Il tirocinio presso l’Avvocatura dell’I.N.P.S. può essere svolto per non più di 12 mesi.


SELEZIONE
Un’apposita Commissione selezionerà i candidati sulla base dei titoli presentati, del voto di laurea e della media dei voti riportati nelle seguenti materie:
– Diritto civile;
– Procedura Civile;
– Diritto Amministrativo;
– Diritto Penale;
– Procedura Penale;
– Diritto del Lavoro.
DOMANDA
Le domande di partecipazione al concorso per Praticanti INPS, redatte in carta semplice secondo l’apposito schema allegato al bando e complete della documentazione richiesta dallo stesso, devono essere presentate entro il 10 maggio 2018, in una delle seguenti modalità:
– inviate tramite PEC all’indirizzo di posta elettronica certificata direzione.regionale.trentinoaltoadige@postacert.inps.gov.it;
– spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata all’INPS – Direzione regionale Trentino Alto Adige – Via Antonio Rosmini, 40 – 38100 Trento.

Ogni altro dettaglio è specificato nell’avviso pubblico di selezione.
BANDO
Per ulteriori informazioni relative al concorsi per Praticanti Avvocati vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente il BANDO (Pdf 3,56Mb) per la pratica forense INPS 2018, e a visitare la pagina dedicata, dalla quale è possibile scaricare anche la versione con firma digitale dell’avviso pubblico.

 

 

 

Cagliari: Concorsi per 144 assunzioni, tempo indeterminatoIl Comune di Cagliari aprirà nuovi bandi per reclutare varie figure da assumere a tempo indeterminato. Il nuovo programma assunzionale rientra nel piano assunzioni per il triennio 2017 2019, che porterà ben 144 inserimenti di personale.

Una parte dei profili richiesti è stata assunta mediante procedure di mobilità. Per coprire i restanti posti di lavoro disponibili saranno attivate nuove selezioni pubbliche entro il prossimo biennio.

La Giunta comunale cagliaritana ha approvato, infatti, lo scorso dicembre, un aggiornamento del piano assunzioni Comune di Cagliari per il triennio 2017 2019. Il provvedimento ha portato a 144 le risorse da assumere entro il prossimo anno, un programma assunzionale resosi necessario per colmare l’attuale carenza di personale dell’ente.

I concorsi Cagliari sono finalizzati al reclutamento di vari profili professionali, da inserire con contratti di lavoro a tempo indeterminato. L’Agenzia Nazionale Stampa Associata ANSA ha reso noto, attraverso un recente articolo, che 19 dei nuovi inserimenti sono stati già effettuati mediante mobilità e che altri 28 posti di lavoro devono ancora essere coperti entro quest’anno. Per questo, entro il mese di maggio, saranno pubblicati nuovi bandi di selezione.
FIGURE RICHIESTE
Le 28 assunzioni a Cagliari previste nel 2018, da effettuare mediante i concorsi pubblici che saranno banditi a maggio, riguardano, nello specifico, i seguenti profili:

  • n. 1 Funzionario Geologo;
  • n. 1 Funzionario Ingegnere Idraulico;
  • n. 2 Istruttori Direttivi di Ragioneria;
  • n. 10 Agenti di Polizia Municipale;
  • n. 11 Istruttori Amministrativi Contabili;
  • n. 3 Geometri Periti Edili.


Le restanti assunzioni saranno poi effettuate con ulteriori bandi pubblicati entro i prossimi due anni.
BANDI
Gli interessati alle future assunzioni a Cagliari e alle opportunità di lavoro a tempo indeterminato dovranno attendere la pubblicazione dei bandi ufficiali di selezione. Gli avvisi, con ogni probabilità, saranno pubblicati sulla pagina web Comune Cagliari “Concorsi”.

 

 

 

 



 

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Atri è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it