Comune di Atri

L'Angolo di Cecilia, domani cerimonia di consegna dei fondi raccolti dal Vaffanclub di J-Ax

Comune di Atri - Città d\'arte
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
sabato 21 ottobre 2017
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » L'Angolo di Cecilia, domani cerimonia di consegna dei fondi raccolti dal Vaffanclub di J-Ax
L'Angolo di Cecilia, domani cerimonia di consegna dei fondi raccolti dal Vaffanclub di J-Ax
L\'angolo di Cecilia
28-09-2017

Il Centro per la Fibrosi Cistica della regione Abruzzo che ha sede nell’Ospedale di Atri, diretto dal dottor Paolo Moretti, riceverà domani, venerdì 29 settembre 2017 - nel corso di una cerimonia che si terrà alle 11 nella sala consigliare del Comune di Atri - il ricavato di una raccolta fondi che è stata organizzata in memoria di Cecilia Martella, la giovane atriana che ha perso la vita nella tragedia dell’Hotel Rigopiano del gennaio scorso. Il “Vaffanclub”, di cui Cecilia faceva parte e che riunisce i fans del cantante J-Ax, ha da subito organizzato una raccolta fondi cui hanno partecipato lo stesso artista e la sua band donando oggetti personali messi all’asta. In pochi mesi il fan club ha raccolto più di 5mila euro. Alla cerimonia parteciperanno oltre ai famigliari di Cecilia, il Sindaco di Atri, Gabriele Astolfi e i responsabili del “Vaffanclub”. A seguire ci si recherà al Centro Regionale Fibrosi Cistica dell’Ospedale San Liberatore di Atri, per la consegna ufficiale dei fondi raccolti. Contestualmente verrà affissa una targa in una stanza operativa che verrà intitolata “L’angolo di Cecilia”.

“Ho molto apprezzato il gesto di questo fan club, di J-Az e della sua band - dichiara il sindaco di Atri, Gabriele Astolfi – da subito hanno dimostrato affetto per la nostra concittadina Cecilia e hanno trasformato in gesto concreto questo loro legame. I fondi raccolti, oltre 5 mila euro andranno al Centro Regionale Fibrosi Cistica che ha sede nel nostro ospedale ed è un fiore all’occhiello per la nostra comunità. Un segno importante di altruismo in ricordo di una ragazza unica che ha perso la vita in una delle tragedie più dolorose per la nostra regione”. 

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Atri è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it