Comune di Atri

Ad Atri riaprono la Cattedrale, la Chiesa di San Francesco e il Museo Archeologico

Comune di Atri - Città d\'arte
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
venerdì 28 luglio 2017
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » Ad Atri riaprono la Cattedrale, la Chiesa di San Francesco e il Museo Archeologico
Ad Atri riaprono la Cattedrale, la Chiesa di San Francesco e il Museo Archeologico
cattedrale
29-06-2017

La città di Atri dal primo luglio ritrova tre spazi prestigiosi e importanti sinora chiusi per restauri e per i danni provocati dal sisma. Verrà riaperta - ma solo per essere visitata - la Cattedrale, giudicata inagibile a seguito delle scosse di agosto 2016 e gennaio 2017. Riaperti anche per le visite la chiesa di San Francesco e il Museo Archeologico chiusi per lavori di restauro e ampliamenti da molti anni. Tornano quindi accessibili questi due significativi luoghi della città che potranno essere visitati anche seguendo uno specifico percorso che è stato stilato e che dal 1 luglio al 10 settembre, tutti i giorni, permetterà a turisti e cittadini di scoprire i siti monumentali di maggiore interesse della città ducale.
Le riaperture riguardano tre edifici dall’alto valore storico, artistico e culturale che richiamano, ogni anno, numerosi visitatori. Il Duomo, ovvero la basilica di Santa Maria Assunta, concattedrale della diocesi di Teramo-Atri, che è uno dei simboli dell'Abruzzo. Dal 1899 considerato monumento nazionale con all’interno i preziosi affreschi di Andrea De Litio.
La Chiesa di San Francesco è uno dei principali monumenti della città di Atri e si trova lungo corso Elio Adriano, imponendosi con la sua scenografica scalinata. S’ipotizza essere stata la prima chiesa in Abruzzo dedicata a San Francesco d'Assisi in quanto Filippo Longo, uno dei suoi discepoli più fidati, era originario proprio di Atri. Il Museo Archeologico si trova in un complesso di edifici settecenteschi e si compone di tre sale: la prima è un omaggio alla figura e all'opera dell'Ing. Vincenzo Rosati e ospita numerosi reperti archeologici recuperati dall'eminente studioso atriano. La seconda è dedicata alla Preistoria del territorio abruzzese. Nell'ultima sala sono esposte due sepolture integre scavate nei primi del '900. I corredi, in prevalenza femminili e infantili, sono databili ai primi tre quarti del VI secolo e provengono da 22 sepolture scavate nelle necropoli di Atri, Colle della Giustizia e Pretara. Nel museo Archeologico, al piano superiore, dal primo luglio ci sarà il nuovo allestimento del Museo degli Strumenti Musicali.
Il percorso di visite alla città, appositamente studiato e reperibile nel Punto Informativo, prevede la partenza dalla Villa Comunale per proseguire al Museo Archeologico e Museo degli Strumenti Musicali, quindi il Museo Capitolare, la Chiesa di Santa Reparata, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Teatro Comunale, l’Auditorium Sant’Agostino, la Chiesa di San Francesco, il Palazzo Acquaviva e le scuderie ducali, la Chiesa di Santa Chiara, la Chiesa di San Nicola, il Belvedere Vomano, la Chiesa di San Giovanni Battista (San Domenico), i resti del Teatro Romano, il Museo Civico Etnografico, l’Antica Filanda, la Riserva Naturale dei Calanchi di Atri e il Museo all’aperto di Casoli Pinta.
I siti monumentali di Palazzo Acquaviva e le Scuderie Ducali, il Teatro Comunale, la Cattedrale, la Chiesa di San Francesco, il Museo Archeologico e il Museo degli Strumenti Musicali saranno aperti anche in orari serali, in particolare, dalle 21 alle 23.
“Aspettavamo con ansia la riapertura di questi tre importanti siti – commenta l’assessore alla cultura e al turismo al comune di Atri, Domenico Felicione – il sisma ci aveva privato della possibilità di godere della bellezza del Duomo, mentre i restauri e gli ampliamenti non rendevano visitabili la Chiesa di San Francesco e il Museo Archeologico. Sono certo saranno in tanti i visitatori che vorranno scoprire o riscoprire questi tesori artistici, per questo abbiamo predisposto un percorso specifico con uno slogan significativo: “Fascino nella storia, spettacolo della natura e passione per la Cultura in Atri”, elementi questi che rappresentano appieno la nostra città”.
“Siamo molto orgogliosi di essere riusciti nell’intento di restituire alla città e ai turisti questi siti – commenta il sindaco di Atri, Gabriele Astolfi - il Duomo necessita ancora di lavori, ma ora non è precluso l’accesso al pubblico e anche quest’anno sarà rinnovato il rito dell’apertura della Porta Santa il prossimo 14 agosto. Lo stesso vale per la Chiesa di San Francesco e il Museo Archeologico i cui lavori non sono terminati, ma tornano a essere visitabili. Ho deciso di firmare l’apposita ordinanza di riapertura del Duomo e della Chiesa di San Francesco, sostenendone gli oneri, oltre che del Museo Archeologico, perché queste chiusure rappresentavano un enorme danno per la città, per gli operatori economici e per i turisti. Ringrazio la Sovrintendenza, Sua Eccellenza Monsignor Michele Seccia, Vescovo di Atri-Teramo e il Parroco Don Giuseppe Bonomo per aver lavorato al raggiungimento di questo importante obiettivo”.

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

Vecchioni
Dopo gli appuntamenti con il Basket, il teatro e l’atletica l’Atri Cup propone per la giornata di domani, 4 giugno, un doppio appuntamento: la gara nazionale di danza sportiva, che si terrà ....
sab 03 giu, 2017
Pannella
A circa un anno dalla scomparsa del leader radicale Marco Pannella, avvenuta il 19 maggio 2016, il Comune di Atri, Assessorato alla Cultura e Turismo, unitamente al giornale La Voce di Atri e all’emittente ....
ven 12 mag, 2017
seminario
"Sono lieto della felice intuizione del Sindaco Astolfi perché costituirebbe la soluzione di tre problemi: in primo luogo un'adeguata sistemazione delle aule scolastiche in una struttura di pregio ....
sab 15 apr, 2017
Menozzi
Dopo il successo dell’evento tenutosi lo scorso gennaio dal titolo “L’oro nero d’Abruzzo, la liquirizia di Atri”, frutto del lungimirante progetto culturale curato dal dott. ....
mer 12 apr, 2017
libro De Felicibus
Un numeroso pubblico ha assistito oggi, presso l'Auditorium S.Agostino, alla presentazione del libro "Con gli occhi della mente", terza raccolta poetica di Floredana De Felicibus, docente atriana di scuola ....
dom 11 dic, 2016

Eventi correlati

Data: 01-07-2017
Luogo: Atri - Auditorium Sant'Agostino 01 Luglio 2017 ore 18:00
a cura di: G. Pallini e E. Tracanna
Data: 04-09-2016
Luogo: Teatro Comunale dalle ore 18:00
Data: 26-08-2016
Luogo: Atri - Auditorium S.Agostino ore 18:00
Data: 08-08-2016
Luogo: Atri - Chiostro della Cattedrale ore 21:00

Immagini correlate

Cattedrale - stampa inizio novecento
Chiesa di S. Liberatore, Interno
Chiesa di S. Martino
Atri antica - stampa Abruzzo Ulteriore I
Chiesa di S. Reparata
Museo Capitolare - Chiostro
Cattedrale - Immagine esterna anno 1890
Museo Civico - Vista del Chiostro
Museo Capitolare - portico
- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Atri è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it